giovedì 17 gennaio 2013

DI SERA


Ah che poesia questa piccola aria delicata tra l’assenza e il nulla! E come sei bella, donna del tramonto, sospesa tra colori impossibili da non indicare con gli occhi sciolti, fin dove mari di ghisa decretano l’inverno.
Se la merla avesse piume e non neve, sulla schiena, volerei alla stessa maniera, di sera.

20 commenti:

  1. Non è un po' presto per la merla? Hai stalattiti ovunque? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cinque per mano, in questo momento...

      Elimina
    2. le grotte di Castellana?

      Elimina
    3. che dici? piace? ve le arredate un po' ...

      Elimina
    4. certo, il salone lo farei nella grotta Bianca.

      Elimina
    5. mi raccomando ... fai la stanza degli ospiti eh :)

      Elimina
    6. certo. la cuccia di Nello la metto proprio dietro la biglietteria ...

      Elimina
    7. ah ma Nello lo consideri un ospite?

      Elimina
    8. no. ma in caso di ospiti lui cede volentieri la cuccia.

      Elimina
    9. Immagino ci sia la coda per essere ospitati ...

      Elimina
  2. quando le passeggiate serali ispirano destini altri... o risvegliano istinti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quando si scrive di sera, e "qualcuno" nella stanza dice -guarda che colori!!!- mentre con gli occhi mira al tramonto. per esempio... :) ci sono momenti durante la giornata in cui tutto quello che ti inchioda al suolo catturandoti per lo stomaco modello angoscia cosmica, si rivela fatuo, un particolare. con qualsiasi tempo ci sorprendiamo facilmente a volare. o a rimbalzare. io sono fortunato, o forte, o leggero, paradossalmente leggero. volo e rimbalzo con gusto ;)

      Elimina
    2. ecco ora capisco perfettamente quella sensazione. E perchè tu voli e volo anch'io. E' perchè sei splendido.

      Elimina
    3. minkia ci sta troppo sul blog Godi, di replica al tuo commento! http://www.youtube.com/watch?v=MZVoNWSis1k (ma tu non lo aprire ke ci ritroviamo connessi al Ciao.)

      Elimina
  3. Ho la stufa a palla, anche se il mare in burrasca distribuisce quantità industriali di salsedine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non me ne parlare! qui la stufa non si spegne praticamente mai (roba che si carica alla sera sopra la brace del giorno, e la mattina prestissimo si rimpingua sulla brace della notte). intanto pero' la luce arriva prima e scompare piu' tardi :)

      Elimina
  4. anche una fredda sera d'inverno si colora di poesia in compagnia di chi sa volare... e soprattutto agli occhi di chi sa guardare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dei saperi umani nulla ... so. ma la bellezza semplicemente appare. magari fugace e per pochi istanti, ma per tutti. malgrado i tentativi di sofisticazione.

      Elimina