martedì 19 febbraio 2013

QUARANTA




(ricapigliature... clicca  QUI)

Guarda le stelle, probabilmente e' l'unico suggerimento utile che mi sia mai arrivato da un professore. Era Villanova, ed eravamo alle medie. Lui insegnava matematica, ed era un teorico del passo indietro. Se tutto ti pare confuso durante un compito, diceva, fermati e guarda un attimo le stelle.
Nel particolare ogni cosa si scompone, perde di significato. E ci si nasconde meravigliosamente sotto al naso.
Cosi' mi gratto, canto, ricordo. Ricordo quando volevo essere un cane con l'olfatto ferito. Naturalmente ferito.
Se una ricetta valesse per ogni malattia, avrei gia' la mia. Le mie, anzi: ricetta e malattia. Ma non e' cosi' che gira il mondo, sembra. E per fortuna. Spero di avere altri mali rispetto a sette anni fa. A costo di cercare altra cura. Una sconosciuta. Del resto, signori, mi chiedo, se la ricetta fosse sempre la stessa, cosa avrei da fare se non sedermi ad ascoltare?
Il cane mi ha tirato una botta alle palle. Non volendo, e' chiaro. Succede giocando, di farsi male.
Cosi' vedo strade e direzioni e azioni. E parole vecchie e contorsioni ginniche mai tentate, che uno dice, perche' mai dovrei tentarle? Infatti non le tento. Mi stendo, questo si, sul prato e guardo il cielo. Guardo le stelle. Poi torno al compendio del bell'esistere e mi domando dove sia finito il rapido declino di stelle splendenti e fari raminghi nel buio del mare, orizzonte a svelare un punto, un piglio, un porto riparato dallo sterminio, da questo essere che sembra cosi' sterminato. Perche' dovessi dire adesso che son io son qui e me ne meraviglio, canterei come Fossati una canzone. Un Don Chisciotte.
E invece son 40 tra mezz'ora, sono 40 ora.
E allo specchio gli occhi miei sembrano gli stessi in bianco e nero, quelli della foto che mia sorella ha in casa da qualche parte appesa. In quella foto ho tre anni, il sorriso e una pistola.
Probabilmente come adesso, da dire in piu', nemmeno una parola.

32 commenti:

  1. Auguri amico carissimo ! Visto ?? Sembra ieri il 17 agosto..quando hai fatto tu gli auguri a me nel giorno del mio 40esimo compleanno..e oggi ci sei arrivato tu..anche io in quel giorno sono andata a rivedere una mia foto..una foto in cui avevo 5/6 anni..e sai cosa ?? Gli occhi sono gli stessi, la curiosità anche..tutto il resto non lo so..ma cerco sempre e comunque di essere me stessa..sempre..anche quando prendo pugni nello stomaco..sii felice più che puoi e non cambiare mai..AUGURI !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti chi l'avrebbe detto... che ci sarei arrivato! :P grazie :)

      Elimina
    2. Abbiamo entrambi i capelli ricci..solo che tu sei quasi biondo e con gli occhi chiari, e io, invece, sono la classica mora :)

      Elimina
    3. che combinazione! io sono il classico rovo !!! :P

      Elimina
  2. Uff ... questo post mi ricorda che questo è l'anno dei 40 pure per me.
    Dovevi postare la foto di quando avevi tre anni :) Mi sa che era meglio :)
    Bon, gli auguri già te li ho fatti stanotte, non mi sprecherei oltre :D

    (Bacio)


    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei stata la primissima Carpa! pensa... ero su che pulivo cacche di Nello e aspettavo rientrasse per farne ancora... se il buongiorno si vede dal mattino... :P

      Elimina
    2. Sei una bestiaccia rognosa! :)

      Elimina
  3. ho deciso che quando arriverò a 40 morirò. un po' dentro e un po' fuori.

    ogni bene.




    RispondiElimina
  4. mi dispiace! il meglio è passato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahaha ma dai!!! un abbraccio invece al mejo anarco poeta contadino filosofo che conosco

      Elimina
    2. ti abbraccio Gert. spero un giorno di persona :)

      Elimina
    3. (fai la doccia prima, magari insieme a Nello)

      Elimina
    4. ehi come ti permetti! il mio amico Gert e' un tipo pulito!

      Elimina
  5. che distanza incredibile tra gli anni contati sui calendari e quelli che ci si sente dentro...
    io a volte ne ho 3 a volte 1000...

    auguri bambino che sorride con la pistola... :-)

    RispondiElimina
  6. boh io fondamentalmente non so neanche chi sei però ti auguro altri 40 anni di gioia e cazzate varie.
    Facciamo 30 valà... che a ottant'anni chi ci vuole arrivare?

    RispondiElimina
  7. Succede anche a star fermi, di farsi male.
    Allora meglio giocare, meglio giocare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensa che si gioca persino da fermi!

      Elimina
  8. (ri)tagliali. I capelli, dico.
    Che ti appesantiscono i pensieri...e di certo non e' quello che ti manca.

    Vuoi farti un giro? Ho un cavallo pronto anche per te: cosi' facciamo un festeggiamento bucolico :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pronto che vuol dire? pronto a schiantarmi a terra e fracassarmi il cranio?

      Elimina
  9. Anche. Guarda che mica e' cosi' grave, come cosa...potresti essere atono di sentimenti, per esempio.
    Meglio il cranio fracassato. No? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con sti' capelli a molla se casco rimbalzo...

      Elimina
  10. vorrei proprio vedere quella foto, fratellocompagnoamico :*

    RispondiElimina
  11. Risposte
    1. ehi era due giorni fa... oggi al limite ti invito al capatone... :P

      Elimina
  12. ma ti sei tagliato i capelli? eh già io ti ho visto che avevi tre anni!!!
    AUGURI, e scusa il ritardo ma sai ti sto scrivendo da key west e ci vuole prima che arrivino le notizie :)))))

    RispondiElimina